Home page letrik sotre

Milano News: allarme parcheggi in città!

Ecco la situazione: ci sono troppe macchine e pochi parcheggi. Una soluzione che si sta valutando è quella di far pagare ai residenti anche per il parcheggio della prima macchina, non solo per la seconda!

Il problema del parcheggio è infatti significativo nella città di Milano: Come riportato dal Corriere della Sera, nella City abbiamo a disposizione circa 380mila posti auto, suddivisi in circa 300mila stalli su strada, 39.700 parcheggi pubblici e oltre 42.500 spazi in strutture private. Che basterebbero pure per accogliere tutti i veicoli dei residenti, e i circa 45mila provenienti da fuori Milano, ma che non bastano per gli altri 180mila veicoli che ogni giorno arrivano in città. Come risolvere la cosa quindi?

Tra le possibili soluzioni, quella di far pagare il pass per la seconda macchina dei residenti, mentre per la prima auto si sta valutando l’ipotesi di far pagare con alcune variabili in base al tipo di veicolo e all’utenza.

 L’assessora alla mobilità Arianna Censi sta valutando tutte le opzioni in modo da fare una scelta oculata. LA SOLUZIONE

Gli scooter elettrici sono un’ottima soluzione al problema parcheggio! Inoltre, con gli scooter elettrici puoi notevolmente ridurre le spese senza rinunciare alla qualità!

1) Basso costo di manutenzione: la manutenzione di uno scooter elettrico è molto meno costosa rispetto a quella degli scooter tradizionali, vista la ridotta componentistica ed assenza di liquidi fatta eccezione per quello dei freni, ma comunque indispensabile per poter viaggiare in totale sicurezza.

2) Bollo e assicurazione ridotti: per regioni come la Lombardia il bollo è totalmente gratuito: per maggiori info siamo a Milano in zona Isola e Navigli.

Inoltre tante le compagnie assicurative hanno deciso proporre dei prezzi per l’RCA sicuramente più convenienti a coloro che devono assicurare uno scooter a zero emissioni arrivando a sconti fino al 50%.

3) Facilità di ricarica: i nostri scooter elettrici hanno tutti la batteria estraibile. Non è necessaria una postazione di ricarica domestica o in aree urbane. Le batterie Niu possono essere comodamente estratte e portate a caricare in casa o in ufficio tramite presa Schuko.

4) Ingresso in aree ZTL: a differenza degli scooter a motore termico, quelli elettrici possono accedere alla maggior parte delle aree ad accesso limitato e nei centri storici.

5) Costi ridotti per un pieno: Un “pieno” di ricarica arriva a costare circa 1 euro per garantire un’autonomia fino a 100km, costo decisamente inferiore rispetto a quello della benzina!

6) Ecoincentivi 2023: il prezzo di acquisto è ottimale perché puoi accedere agli Ecobonus 2023 con sconti fino al 40% con la rottamazione di un vecchio scooter.

ALTRI ARTICOLI